sabato 14 febbraio 2015

Hair Routine Ecobio: avere capelli al top in semplici mosse.

Buongiorno mondo e buon sabato,
vi premetto che questo sarà un articolo molto lungo, quindi mettetevi comodi e godetevi questo sproloquio su come curo la mia chioma da due anni a questa parte.
Inizio con il dire che ogni persona ha un tipo di capello e che quindi i prodotti che utilizzo io, non possono andare bene anche per tutti voi: io ho dei capelli normali, leggermente secchi sulle lunghezze, ma ho una cute pressoché neutra: né troppo grassa né troppo secca, è solo molto delicata, quindi se uso shampoo molto aggressivi ho prurito e bruciore.
Mi sono avvicinata alla cosmesi formulata con ingredienti eco biologici, circa due anni fa, proprio perché vedevo i miei capelli molto strani: avevo un mosso riccio splendido, ma nonostante (secondo me) usassi shampoo eccellenti, la mia cute si ingrassava molto facilmente e dovevo lavarli un giorno sì e uno no. 
Esasperata, ho cominciato comprando il famosissimo Balsamo Concentrato Attivo di Biofficina Toscana insieme allo Shampoo La Saponaria all'Olio Extravergine di Oliva: così cominciò la svolta.
Il passaggio per me non è stato molto traumatico, i miei capelli ci hanno messo un mese ad abituarsi ai nuovi prodotti: ma non ho avuto particolari problemi, se non eccessiva secchezza e cute leggermente irritata.
Passata questa fase, i miei capelli (dopo anche un bel taglio netto per eliminare le doppie punte) sono rinati e ho capito finalmente cosa vuol dire avere capelli sani e che rimangono puliti anche per più giorni dopo il lavaggio.
Ne è passata di acqua sotto i ponti in due anni, finalmente però sono riuscita a capire come e cosa utilizzare per mantenere i miei capelli come sono, senza bisogno di fare tagli drastici ogni tot per rimediare a lunghezze sfibrate e rovinate.
Non sono mai stata un'accanita utilizzatrice di piastre e ferri, anche perché liscissima non mi ci so proprio vedere, ma diciamo che ogni tanto (una volta a settimana massimo) mi piace rendere i miei capelli boccolosi con il ferro.
Da quando utilizzo prodotti con ingredienti ecobiologici, i miei capelli si sono appiattiti, quindi diciamo che se utilizzo dei prodotti per lo styling adatti mantengono un mosso abbastanza decente, altrimenti sono piatti e senza volume: ciò non mi dispiace, visto che comunque mi bastano due prodotti per rimetterli in forma, ma un po' rimpiango il mio mosso.
Sono nata con i ricci cavatappi, poi verso i 6 anni si sono magicamente lisciati da soli, per poi tornare mossi nell'adolescenza.
Quindi non escludo che i capelli siano cambiati anche con la crescita e non per forza con il passaggio all'ecobio.
C'è da dire però, che se avete problemi di pelle e capelli, non è detto che ingredienti ecobiologici siano per voi la salvezza: ci sono state ragazze che con il passaggio hanno peggiorato la situazione, quindi esasperate sono tornare ai loro shampoo convenzionali.
Non sono una biotalebana, i capelli sono vostri, potete curarli come meglio credete, quindi non demonizzo chi utilizza shampoo con i siliconi: io personalmente non tornerei indietro, ma non siamo tutti uguali.
Visto che l'intro è già abbastanza lunga, vi schematizzo cosa faccio io nella mia Hair Routine, in modo da farvi capire i passaggi fondamentali che attuo:
  1. non utilizzare mai lo stesso shampoo per troppi lavaggi,
  2. diluire gli shampoo molto densi e concentrati, o comunque molto sgrassanti,
  3. avendo delle lunghezze secche, cerco di aiutare già dallo styling (quindi a capelli bagnati post lavaggio) le punte con prodotti idratanti,
  4. cerco di lavare il meno possibile i capelli: due volte a settimana sono per me sufficienti (per il mio tipo di capello),
  5. evito di stressare i capelli con phon e piastre: li asciugo dopo aver tamponato la maggior parte dell'acqua con l'asciugamano, concentrandomi solo sulla cute e cervicale,
  6. attuo un lavaggio e mezzo di shampoo: il primo lavaggio è fatto con shampoo addolcenti su tutta la testa. Il secondo è diretto solo alla cute, sulla quale applico shampoo sì leggermente più strong, ma mai troppo purificanti o sgrassanti; quindi formulati con tensioattivi vegetali e molto delicati.
  7. utilizzo prodotti protettivi per lo styling, che proteggono quindi l capello dalle temperature alte e lo lucido parecchio,
  8. tingo i capelli con erbe e mai con coloranti chimici (se vi interessa scriverò un articolo a parte, visto che ho tantissime cose da dirvi), che aiutano anche nella prevenzione delle doppie punte e rinforzano il capello.

Se siete arrivate fino a qui, vi stimo e vi dico che siamo solo a metà dell'opera: mi sembrava doveroso precisare alcune cose, che spesso alcune persone danno per scontato e che creano quindi disinformazione.
Questi che vedete in foto, sono i prodotti che mi stanno aiutando a mantenere la mia chioma pulita e sana: ho tantissimi backup di shampoo, proprio perché per me i capelli sono il mio tallone d'Achille, devono essere sempre curati a dovere, ma soprattutto mi piace proprio cambiare tipologie di shampoo e condizionanti.
Lo shampoo che aiuta la pelle della mia cute a non desquamarsi ed irritarsi, è in assoluto il Maternatura Shampoo all'Enothera per capelli fini e sfibrati.
Mi piace tantissimo perchè ne basta poco per fare una bella schiuma, è delicato sia nell'azione che nella fragranza: i capelli rimangono morbidi e puliti, ma soprattutto lucidi.
E' formulato in modo impeccabile a mio avviso: uno dei migliori shampoo per capelli danneggiati che abbia mai provato, utilizzato anche da mia sorella che ha una cute che tende ad ingrassarsi più facilmente, nei periodi in cui ha tanta forfora. 
Quando invece ho bisogno di sgrassare maggiormente la cute, ma senza aggredirla, mi piace utilizzare l'Olio Solido Shampoo ammorbidente e lucidante de Il Calderone di Gaia.
Sono sempre stata molto scettica per quanto riguarda gli shampoo solidi, anche perchè vengo da esperienze poco piacevoli (da leggere: gli shampoo Lush mi hanno massacrato la testa): quindi non appena ho notato i risultati ottenuti con questo olio solido shampoo mi sono stupita in positivo.
E' formulato con burro di cacao e burro di karitè, che aiutano la mia cute delicatissima, ma a questi vengono aggiunte due argille: quella verde e il Rhassoul, quest'ultima è un'argilla saponifera famosissima ed utilizzata pura molto frequentemente dalle donne arabe, per lavare i capelli.
La profumazione di caramella mou è paradisiaca, nonostante ci siano due argille abbastanza aggressive, non ho mai riscontrato problemi: il panetto fa una buona schiuma e anche quando risciacquate via il prodotto notate che l'acqua ha un colore più scuro, marrone, dato dalle argille che sono presenti nello shampoo (se siete interessate, ho tanto da dirvi su questo shampoo, quindi vorresti scrivere un articolo dedicato a lui).
Infinite, una novità che è entrata a far parte della mia routine, è lo shampoo Phitofilos della nuovissima linea Vegetall, al mallo di noce ed indigofera.
Questo tra i tre, è forse quello leggermente più sgrassante, perchè è formato da un'alta percentuale di estratto di erbe tintorie: lo utilizzo una volta ogni 3/4 lavaggi per cercare di mantenere più a lungo possibile il colore vivo ed intenso.
Sto notando con piacere, che quando non lo utilizzo i miei capelli sono un tono più chiari, mentre quando lav i capelli con questo shampoo li noto effettivamente più scuri e lucidi: mi riservo comunque di provarlo per un tempo molto prolungato, perchè gli effetti di questi shampoo sono da valutare nel lungo periodo.
Passiamo poi allo step, per me fondamentale, per mantenere capelli lucidi, morbidi e senza la presenza di doppie punte: il balsamo.
Io sono ossessionata dai balsami per capelli, ne ho provati (e ne sto provando) veramente tanti, ma posso dire con assoluta certezza che questi rappresentati in foto, sono i miei preferiti provati fino ad oggi.
Gocce di Seta fa parte della Linea Sinergia sempre di Phitofilos: è un balsamo estremamente ristrutturante e nutriente, ne basta pochissimo per idratare in profondità il capello.
Ha un'odore ottimo, cosa non da sottovalutare nei cosmetici con ingredienti ecobio, ma non mi dilungo oltre perchè ve ne ho già parlato qui.
Quando invece ho bisogno di poca idratazione o so che utilizzerò un prodotto per le punte grasso (durante la settimana del mese soprattutto) ma mantenere i miei capelli lucidi e morbidi, scelgo il Balsamo Volumizzante Protettivo di Biofficina Toscana, che mi aiuta anche nello styling. 
Di esso trovate una recensione dettagliata con foto e tante altre considerazioni, la trovate cliccando qui.

Concludendo abbiamo poi la fase dello Styling, la quale non viene mai saltata, perchè per me è ormai impensabile non utilizzare nulla sui capelli lavati ma ancora bagnati.
Prodotto top, dal quale non mi separerò mai più in vita mia, è la Lozione Anticrespo di Biofficina Toscana: l'ho elogiata in parecchi post, anche nella sua recensione, non so quante confezioni ho finito, ma per me ormai è impossibile asciugarmi i capelli senza di lei.
Mi aiuta a non far spezzare il capello bagnato mentre lo pettino, lo protegge durante l'asciugatura con il phon, lo disciplina ed elimina l'effetto crespo, lo idrata e lo lucida rendendo il fusto del capello setoso.
Vi bastano come motivazioni? Posso anche asciugarli all'aria, ma se spruzzo questa lozione, non avrò i capelli crespi e gonfi. 
Infine, utilizzo una volta ogni tanto, Krisma un prodotto sempre de Il Calderone di Gaia che aiuta a prevenire la formazione di doppie punte perchè sigilla ed idrata in profondità le punte dei capelli. E' un prodotto molto idratante, quindi va dosato benissimo perchè ci vuole un attimo per fare il patatrack ed ungere così i capelli: nonostante ciò a me piace anche per fissare i boccoli con il ferro, perchè li rende estremamente lucidi e morbidi (inumidisco le mani bene, in modo da non applicare questa miscela di oli e burri a secco).

Spero di non avervi annoiate, per me è sempre interessante leggere e parlare di cura dei capelli: come avrete capito sono la mia fissa e cerco sempre di provare tantissimi prodotti per arrivare a dei risultati non dico perfetti, ma quasi.
Ad Aprile dello scorso anno tagliai i capelli poco sotto le orecchie (solo perchè mi ero stufata della lunghezza che avevo) ora arrivano alle clavicole e non ho nemmeno un principio di doppia punta, sebbene siano passati 10 mesi.
Fatemi sapere se questo articolo vi è piaciuto o se avete domande sono a vostra completa disposizione,
Giulia.

14 commenti:

  1. Anch'io ci tengo molto alla cura dei capelli. Un anno fa ho deciso di abbandonare i siliconi ed anche per me non é stato particolarmente traumatico. Prima avevo sempre prurito sulla cute anche subito dopo lo shampoo, ero disperata ed i capelli super crespi. Adesso sono sicuramente molto più avanti, il crespo é sensibilmente ridotto e addio prurito e forfora. Non ho ancora trovato la combinazione perfetta, ho tanto da sperimentare :)

    RispondiElimina
  2. I capelli sono il mio punto debole, sono alla continua ricerca del "prodotto definitivo", ma fino ad ora non ho ancora trovato qualcosa che mi soddisfi pienamente. Il mio cruccio è principalmente l'eliminazione del crespo...

    RispondiElimina
  3. Io ad essere sincera da quando ho tagliato i capelli avevo lasciato un pò perdere la cura dei capelli ma ultimamente, complice anche il fatto che ne sto perdendo moltissimi e hanno iniziato a ingrassarsi tantissimo, sto ricominciando a trattarli bene. Mi incuriosiscono davvero da morire i prodotti de Il calderone di Gaia e mi sa che prima o poi li provo :) Con il balsamo volumizzante di Biofficina mi sto trovando davvero bene anche io mentre per lo shampoo sono ancora alla ricerca del migliore per me, ho preso il vegetall ma non ho ancora iniziato a usarlo speriamo che vada bene per i miei capelli :*

    RispondiElimina
  4. Io ci tengo un sacco ai miei capelli anche se sto pensando di darci un taglio: voglio eliminare 15 cm buoni perchè stanno diventando veramente troppo lunghi e pesanti (li ho al fondoschiena) e la loro gestione sta diventando troppo impegnativa.. Sono troppo incuriosita dai prodotti del calderone di gaia! Appena avrò la possibilità farò un bell'ordine!!

    RispondiElimina
  5. Anch'io ultimamente sono piuttosto fissata con i capelli, fortunatamente ho già trovato lo shampoo perfetto per me nel Salvia e Limone La Saponaria, ma mi hai incuriosito tantissimo con lo shampoo solido de Il Calderone di Gaia *-* Sul Balsamo volumizzante Biofficina mi avevi già convinto con la recensione che ne avevi fatto, perciò lo proverò appena possibile ^_^

    RispondiElimina
  6. io ho avuto un'esperienza per certi versi opposta alla tua: capelli sempre liscissimi con siliconi e company... e leggermente mossi quando ho smesso di usarli, in più la mia cute si è abituata subito al nuovo regime, l'ha amato proprio!
    pure io ho dato un taglio grosso qualche anno fa (all'ecobio ci sono arrivata da ormai quasi 5 anni), avevo i capelli al sedere e oltre a starmi male erano ingestibili... non tornerei mai indietro.
    Hai nominato almeno 3 shampoo che voglio provare (uno ce l'ho in casa, quello del Calderone ovviamente XD), in futuro vedremo XD

    RispondiElimina
  7. Vorrei provare diversi prodotti he hai nominato! Io invece uso come spray leave in quello lovea che adoro

    RispondiElimina
  8. Routine completa ed interessante: mi piacerebbe provare alcuni di questi prodotti.

    RispondiElimina
  9. Lo shampoo Maternatura me lo segno, a volte anche la mia cute si arrabbia e spesso per motivi ormonali produce forfora, penso potrebbe essere uno shampoo da provare.

    RispondiElimina
  10. Ciao cara ti ho appena taggata in un post- tag sul mio blog =) non vedo l'ora di leggere le tue risposte. se sei già stata taggata scusa!

    RispondiElimina
  11. Ottimo articolo! Personalmente con gli shampoo ecobio non mi trovo bene, ma mi ispirano questi di Maternatura e quello solido, mi sembrerebbero adatti ai miei attuali problemi di cute! Invece con i prodotti per lo styling e i balsami mi sto trovando benissimo, su di me sono molto più efficaci di quelli "normali"! sono contenta che ti trovi così bene con la lozione anticrespo di Biofficina, la voglio comprare da un po' ma aspettavo giusto qualche parere obiettivo e preciso! Quindi grazie <3

    RispondiElimina
  12. La prima volta che ho provato ad eliminare i siliconi dalla mia routine, è stato un disastro. Avevo un cespuglio in testa ed i capelli erano inguardabili.
    Poi ho capito che non bastava scegliere prodotti che non contenessero determinati elementi, ma dovevo cercare quelli adatti a me. la seconda volta il passaggio è stato indolore e da allora non tornerei mai più indietro.

    RispondiElimina
  13. fra questi ci sono prodotti che uso e che uso per mia figlia di 4 anni che è riccia e mi sono ritrovata nella tua esperienza.io al posto di krisma uso il rio de coco della cmd con i tuoi stessi accorgimenti:)

    RispondiElimina

Ciao lettore,
mi fanno piacere i commenti costruttivi, inerenti al post che stai commentando ma in primis educati.
Se lasci firme con link di rimando ad altri tuoi canali, ti invito a risparmiarti la fatica, perchè verranno tempestivamente cancellati. In questo blog non si lasciano messaggi di SPAM, passo sempre a trovare che viene a trovarmi.
Buona permanenza,
Ciulla.